2 Followers
5 Following
TsukiHoshi

Barbaggianate

http://barbaggianate.blogspot.it/
I write about books, videogames, crochet and all the gibberish things thats comes in my mind (hence, the name of the blog).

La fabbrica delle meraviglie - SHARON CAMERON

RECENSIONE COMPLETA SUL MIO BLOG

 

Avete presente quando ci si allena per correre una maratona?
Si comincia camminando, piano, per riscaldare i muscoli. Poi, a poco a poco, si aumenta il ritmo per arrivare, infine, a correre veloce.
Ecco, è la stessa sensazione che ho avuto io mentre leggevo questo libro.
L'inizio è stato scoraggiante, piuttosto lento. Un ritmo "rilassato" per molte pagine...forse quasi per metà libro. Poi le cose iniziano a farsi serie e allora sì, si corre!

La scrittura... ecco, io ho iniziato a leggere questo libro con l'idea che fosse uno young adult (cosa vera, per altro) ma la scrittura è decisamente più seria di quello che mi sarei aspettata. Non che sia di difficile lettura, nient'affatto, ma non è esattamente il modo di scrivere familiare che si trova solitamente nei libri per adolescenti.
La scrittura rispecchia forse di più il periodo in cui la storia prende vita piuttosto che il pubblico per la quale è stata scritta.

I personaggi sono molto ben caratterizzati.
La nostra protagonista, Katharine, inizialmente snob e distaccata, si trova ben presto a dover cambiare atteggiamento per sopravvivere ai misteri della famiglia Tulman.
L'antipatica e venale zia Alice, la cui unica preoccupazione è quella di togliere al fratello "Tully" ogni singolo centesimo per poter assicurare al figlio (Robert il grasso) ogni agio quando sarà adulto.
Lo zio Tully è un personaggio unico, difficilmente si trovano personaggi autistici... soprattutto in una storia per ragazzi. Impossibile non volergli bene!
Lane, la Signora Jefferies e Ben Aldrige sono tre personaggi che vi sorprenderanno molto nello svolgimento della storia, in positivo ma anche in negativo ;)
Il piccolo Davy con il coniglietto Bertram, saranno una costante in tutto il libro e avranno un ruolo importante.
E, per finire, l'esilarante Mary Brown, la cameriera personale di Katharine xD

Per quanto riguarda la trama posso dire che, superato l'impatto iniziale, dalla metà del libro ogni cosa comincia a prendere forma e a trovare il proprio posto nel puzzle.
I misteri non vengono svelati tutti e alcune questioni rimangono sospese in attesa del secondo volume, ma rimarrete piacevolmente colpiti dal finale nient'affatto prevedibile!! ;)